italian flag english flag german flag cina flag russian flag poland flag serbian flag

Paolo Ferri legge “Democrazia e educazione” di John Dewey inaugurando Scienzartambiente

Posted by on ottobre 18, 2012 in Blog, Eventi | 0 comments

Paolo Ferri legge  “Democrazia e educazione” di John Dewey inaugurando Scienzartambiente

In una divertentissima e sorprendente cornice magrittiana, nel cortile interno del Chiostro di San Francesco a Pordenone, le nostre bollicine hanno bagnato ieri sera l’inaugurazione di “Scienzartambiente”, rassegna scientifico-culturale che propone  fino al 21 ottobre un fitto programma rivolto all’interazione fra genitori e figli, docenti e alunni, scuola e web e, in senso lato, pescando fra le belle citazioni di Paolo Ferri, le tre T di Richard Florida: Technology, Talent & Tolerance.

Come vi avevo anticipato qualche giorno fa, le letture serali intitolate “Una pagina che cambia la vita” sono semplicemente imperdibili.  Dopo il brindisi di rito, Paolo Ferri (che insegna Tecnologie didattiche, teoria e tecniche dei nuovi media, metodologie e tecnologie della formazione presso L’Università degli Studi di Milano Bicocca) ci ha tuffati nel mondo di John Dewey, pragmatista americano, leggendoci un estratto da “Democrazia e educazione”, che ho prontamente acquistato. Un classico del pensiero pedagogico, uscito nel 1916 ma incredibilmente attuale.

“Educazione e vita sembrano condannate a escludersi a vicenda, in una società complessa in cui la scuola è il regno dell’astrazione contrapposta alla concretezza della realtà. Una tale dicotomia, argomenta Dewey, è proprio ciò che rafforza le strutture della disuguaglianza nelle società cosiddette democratiche. (…) L’educazione diventa il primo baluardo della battaglia per la giustizia sociale”.

Sono temi affrontati quando in Europa si combatteva la Grande Guerra e per molti aspetti la scuola italiana non li ha ancora superati, nonostante il ’68 e tutto ciò che ne è seguito. Ferri ha poi solo sfiorato la voragine del digital device,  che paradossalmente cresce proprio all’interno delle aule scolastiche (nel nostro Paese) e l’approccio alla comunicazione interattiva dei nostri bambini “nativi digitali” muniti di Iphone sin dalla culla.

Ferri ha soprattutto approfondito il concetto di “esperienza” in senso filosofico sì, ma ha reso l’incontro estremamente fruibile, com’è tipico dei grandi, capaci di farcire il dialogo di esempi in cui riconoscersi e su cui riflettere, facendoli sentire vicini.