italian flag english flag german flag cina flag russian flag poland flag serbian flag

Innovazione, subirrigazione e risparmio idrico

Posted by on marzo 1, 2013 in Blog, News, News Green | 0 comments

Innovazione, subirrigazione e risparmio idrico

Essere “Energy Saving Company” significa applicare il protocollo di efficienza e risparmio energetico a tutela delle risorse ambientali disponibili e a tutte le attività dell’azienda agricola: in cantina, in stalla e in campagna. Il tema della gestione dell’efficienza irrigua (ossia la quantità di acqua utilizzata dalle colture rispetto all’acqua fornita al terreno) diviene dunque fondamentale.

Dopo aver collaudato con successo il sistema di subirrigazione su circa 50 ettari di vigneto, in particolare con uve a bacca bianca, si è deciso di intervenire con il medesimo sistema anche su 27 ettari a noceto.

L’ultima frontiera nell’irrigazione agricola è, infatti, la subirrigazione che garantisce una somministrazione lenta e in prossimità delle radici con un tubo gocciolante, chiamato ala gocciolante, interrato tra 20 e 40 cm di profondità, capace di tenere inumidito il terreno e far sì che tutta l’acqua sia utilizzata dalla coltura.

Se con sistemi tradizionali a scorrimento l’efficienza irrigua può raggiungere un valore pari al 40%, con quelli a pioggia il 65%, per toccare quasi il 99% con la subirrigazione che, anche con terreni non pianeggianti, garantisce l’uniformità di distribuzione idrica.

La coltura della noce è molto delicata, non essendo facile ottenere costantemente pezzature ottimali. L’esperienza, coniugata a studi recenti, ha dimostrato notevoli migliorie a livello di PLV (produzione lorda vendibile) laddove la pianta non attraversi periodi di stress, ma nello stesso tempo non si trovi in condizioni di eccesso di disponibilità idrica.

La subirrigazione rappresenterà così il modo migliore per regolare la capacità di campo, cioè la capacità del terreno di trattenere l’acqua e cederla alla pianta, mantenendola su livelli ottimali con l’impiego di volumi molto contenuti.

PS: Ringraziamo Guglielmo Gregoris per la bella immagine scattata in Fattoria.

Daniela Zanette